Pagine

mercoledì 6 aprile 2016

Diario dei buoni propositi: il tempo.

Il tempo non è altro che un punto su una traiettoria circolare: mattina/sera, gennaio/dicembre, nascita/morte... c'è sempre un inizio, una fine e la sua ripetizione.

foto di Alberto Bevere - il suo sito: www.albertobevere.com

Buongiorno!!!
Ho bisogno di continuare questa rubrica sui buoni propositi e lo faccio parlando del tempo, il tempo che passa e che corre via, sia che non ci pensiamo oppure no.
Sono un po' di giorni che non faccio che ragionare su quale sia il modo giusto per sfruttare al meglio tutto il nostro tempo e più ci penso e più mi angoscio per quanto mi senta stretta nelle 24 ore della giornata.
Pero mi è venuta un'illuminazione, secondo me nel momento in cui smetterò di preoccuparmi del tempo, di affannarmi a fare tante cose, di sentirmi sempre in ritardo, allora probabilmente lui rallenterà.
Mi sto convincendo che sia questa la soluzione: smettere di osservare il tempo che passa, tanto a che serve? ...lui passa lo stesso :)
Ok, stabilito questo, che già mi sembra un bel punto di partenza, devo imparare a gestire i miei impegni non per quantità, visto che fare tutto quello che vorrei fare spesso è solo uno spreco di energie senza nessun prodotto finale (sia in termini di sola soddisfazione personale, che in termini monetari), ma piuttosto devo imparare a dare le giuste priorità.
Non sara affatto facile, la mia mente è così disordinata! 
Eppure sarebbe una grande soluzione per una vita più serena, più gratificante e più sana.
Più serena perché prendendo il giusto tempo per fare le cose, le farei meglio e senza stress.
Più gratificante perché lasciare spazio a ciò che ci piace fare e non solo ciò che dobbiamo fare, per esempio le passeggiate fotografiche la domenica, o passare una mattinata con le amiche, mi da quella carica di energia e passione che posso usare nel lavoro.
Più sana perché purtroppo spesso trascuro la mia alimentazione solo per non rubare tempo ad altri impegni, per esempio: mangiare un panino invece di un piatto di verdure cotte al vapore, o dei biscotti a merenda invece di un centrifugato oppure un cupcake a colazione invece di un buon porridge ti fanno risparmiare sicuramente tempo, ma non sono certo la scelta giusta alle mie priorità. Mi sembra evidente che usare 10 minuti per un centrifugato che mi fa bene siano molto più preziosi di 10 minuti passati a guardare video su youtube, per esempio.
Quindi da oggi la prima parola della mattina, dopo "buongiorno" sarà: "priorità".
Sapete cosa dice Igor Sibaldi del tempo? Lui dice che siamo tutti miliardari di tempo! :)

Ciao!!! Alla prossima...


Nessun commento:

Posta un commento